sabato 1 settembre 2018

Incipit fighi #1


Di nuovo il vento si avvicinò alle erbe e le accarezzò con noncurante vigore, le incurvò elegantemente e ci si sdraiò sopra russando, poi le percorse numerose volte e, quando ebbe finito di occuparsene, i loro odori – d’artemisie sapide, d’artemisie bienche, d’assenzio – si ravvivarono.
Il cielo era coperto da un sottile smalto di nuvole. Subito dietro, il sole, invisibile, brillava. Era impossibile alzare gli occhi senza rimanere abbagliati.
Ai piedi di Kronauer, la moribonda emise un gemito.



Il primo Incipit Figo appartiene a Terminus radioso, di Antoine Volodine, edito da 66thand2nd.
L’ho quasi finito (mi mancheranno un cento pagine), e questa cosa che la natura parla, vibra e riluce di una fiamma limpida e inquietante, con la moribonda che emette un gemito mi ha mandato in sollucchero. Ero già lì, in un mondo sconosciuto e di una vividezza terrificante, e ci volevo rimanere, e lo volevo conoscere.
E tra circa cento pagine lo lascerò.